un sano divertimento per tutti

Grigliata nel bosco

Per trascorrere un pomeriggio d’estate in famiglia non c’è niente di meglio di una grigliata nel bosco: noi adulti non abbiamouna cucina da rassettare, mentre i bambini possono giocare nella natura. Grigliare all’aria aperta è un gran divertimento per noi e per loro.

Con la bella stagione torna anche il tempo delle grigliate nel bosco: nel weekend prepariamo gli zaini e via! Quando si griglia in giardino o sul balcone, dove il pericolo sembra incombere ovunque (attenzione, guarda che scotta, stai lontano dalla bombola del gas, qui non si può giocare a calcio...) noi adulti ci stressiamo parecchio, invece nel bosco ognuno fa la propria parte, e anche i preparativi sono occasione di divertimento.

A casa dobbiamo solo radunare il necessario per il picnic, eventualmente lavorare l’impasto per pizza che serve a preparare l’immancabile pane attorcigliato (ma anche la pasta pronta Coop è ottima), tagliare le verdure e infilare tutto negli zaini. I nostri figli sono fieri di portare le loro provviste, e infatti si mettono in marcia senza protestare.

Arrivati all’area grill, la prima cosa da fare è raccogliere la legna. In molti posti è già pronta, ma anche in questo caso è divertente andare in cerca di rami e rametti. Naturalmente nello zaino non mancano fiammiferi e carta di giornale e prime scintille non si fanno attendere molto. Niente vieta ai bambini più piccoli di dare una mano e di aiutare addirittura ad accendere il fuoco con la giusta supervisione. Mentre le fiamme ardono e la brace si forma lentamente, tutti cercano i bastoncini adatti a cuocere i cervelas e il pane attorcigliato. A dar forma agli spiedini ci pensa nostro figlio di sei anni: il suo coltellino per bambini privo di punta è adatto allo scopo. Sempre a lui tocca sventolare la fiamma con un giornale, cosa che riesce a fare in quasi completa autonomia, ovviamente sotto il nostro occhio vigile. Appena la brace è pronta, i bambini incidono i cervelas dando loro le forme più divertenti. Poi arriva il momento della cottura. È a questo punto che la fame arriva alle stelle e la pazienza dei bambini viene messa alla prova Così tocca a noi genitori badare alle salsicce, mentre i piccoli ingannano l’attesa sgranocchiando qualche patatina o delle verdure crude, come cetrioli, carote, peperoni e via dicendo. A volte il cervelas viene comunque addentato quando è a malapena tiepido. Il bosco diventa il terreno d’azione dei nostri figli già prima, ma soprattutto dopo mangiato: si arrampicano sugli alberi, giocano a nascondino, e se nelle vicinanze scorre un ruscello, costruiscono con grande impegno dighe di sbarramento. Quando inizia a raffreddarsi ,la brace è l’ideale per preparare il dessert: basta incidere sulla lunghezza una banana con la buccia, infilare dei pezzi di cioccolato nella fessura, avvolgere il tutto in carta d’alluminio, mettere sulla brace per qualche minuto e – gnam gnam – ecco pronta la ciocco-banana. Si può fare lo stesso con spicchi di mela o di pera.

Finisce così una fantastica grigliata nel bosco: siamo tutti stanchi, ma felici e ansiosi di ripetere l’esperienza. Attenzione! Nonostante la protezione anti-zecche, può capitare di portare a casa qualche ospite indesiderato, dunque è importante fare sempre un controllo, per evitare che la giornata nel bosco abbia conseguenze sgradevoli.



Andreas, blogger Hello Family

Padre di due figli, Andreas ha lasciato il suo impiego per consentire alla moglie di lavorare a tempo pieno. Nel suo blog Hello Family ci racconta come vive quest’esperienza e se gli resta ancora il tempo di andare in bici.

Nel blog Hello Family troverai altri articoli su diversi interessanti temi. I soci del club registrati ricevono inoltre fantastici vantaggi e sconti.

Ti potrebbe interessare anche: